Terme del Lacus

Sito di nuova apertura, conserva degli ambienti termali con mosaici policromi di magnifica fattura, probabilmente di epoca tardo imperiale.
Nella zona che si pone verso l’antico porto naturale di Baia, tra Ninfeo di Claudio e la Villa dei Pisoni, vi è un complesso di oltre 2500 metri quadri, indagato in questi ultimi mesi dal Parco Archeologico dei Capi Flegrei, è stato definito come “Terme del Lacus” per la magnifica vista che doveva godersi dai suoi ambienti più prestigiosi, aperti con grandi finestre sulla piccola laguna interna di Baia (il “lacus” o “sinus baianus”), probabilmente parte di una residenza privata. Si potranno apprezzare, in immersione subacquea e snorkeling, le sue ricche decorazioni in marmo, i pavimenti a mosaico colorati e le vasche per bagni caldi (cit Parco Arch. dei Campi Flegr) .Non vi è letteratura scientifica e storica che possa attribuire la proprietà del costrutto, perlomeno alle attuali condizioni di scavo. Il luogo è affascinante per la regolare successione degli ambienti ed in particolare dei pavimenti a mosaico, arte musiva.

Mappa Immersioni Golfo di Pozzuoli

Mappa Immersioni Golfo di Napoli